Prenota Online

small

News: dettaglio

04 giugno 2013

Achille Perilli - La storia dei brevi,1966 - Tecinica mista su tela, 114x116cm

Achille Perilli nasce a Roma il 28 Gennaio del 1927.Grande protagonista della pittura contemporanea, sceglie di narrare per segni e per immagini. Reinventa lo spazio interpretando la realtà in un contesto simbolico.Perilli nel 1946 conosce Renato Guttuso ed entra in contatto, frequentando il suo studio, con Accardi, Attardi, Consagra, Sanfilippo e Turcato, costituendo con loro nel ‘47 il gruppo "Forma1", di cui dirigeva il manifesto per un'arte "della forma pura” che non si riferisce quindi a forme naturali o figurative esistenti.Autore di un astrattismo caldo, è noto per le composizioni di forme somiglianti alla proiezione sul piano di parallelepipedi che risultano, alla fine, inverosimili ed irregolari. 
Compie le sue opere attraverso un utilizzo del colore forte e supporta il proprio lavoro con una voluta ‘imprecisione’ che va a vantaggio dell’espressività.
Le opere di Achille Perilli sono qualificate come Astrattismo GeometricoNegli anni Ottanta Perilli partecipa alla realizzazione di “Retina”, rivista degli artisti, dove pubblica il manifesto "Teoria dell’irrazionale geometrico" e prosegue con successo la sua intensa attività espositiva in Italia e all’estero.


Indietro